La Psicoterapia

La Psicoterapia è uno spazio in cui la persona può portare le proprie difficoltà e trovare, all’interno di una relazione accogliente e protettiva, nuovi modi per ascoltarle, comprenderle ed accoglierle.

Mi piace pensare alla Psicoterapia come un viaggio alla scoperta di chi siamo e cosa vogliamo. Durante il cammino la persona ripercorre la propria vita guardando con nuovi occhi i suoi fantasmi e le sue paure. Nello spazio della psicoterapia la persona porta i suoi pensieri, le sue emozioni e le sue azioni  sperimentando, passo dopo passo, un modo diverso di pensare, sentire e comportarsi. La meta del viaggio è del tutto personale così come la durata e le tappe scelte. Ogni tappa ha uno spazio e un tempo in cui la persona trova la sua strada per uscire dai vicoli ciechi e dalle situazioni ripetitive e difficili della sua vita.

In questo viaggio il paziente racconta la sua storia. Raccontarsi significa riscoprire se stessi, ascoltarsi, confrontarsi, conoscersi e riconoscersi attraverso la relazione con l’altro. Durante il racconto il compito del terapeuta non è trovare cosa non va nel paziente, spiegarglielo e dirgli cosa fare ma aiutarlo a diventare più consapevole di sé e di come funziona in quanto essere umano. Terapeuta e paziente si mettono in gioco come persone, portando con sé limiti e risorse, e per il ruolo che ricoprono. Entrambi, con le esperienze e gli strumenti in loro possesso, si impegnano per stabilire una relazione in cui dare spazio e significato alle parole e alle emozioni. Il terapeuta accompagna la persona nella rilettura e riscoperta della propria storia, favorisce il contatto con il mondo emotivo in modo da permettere al paziente di ascoltarsi e dare nuovi significati alla propria storia. Attraverso un percorso di consapevolezza il paziente può far chiarezza sulle proprie emozioni e modalità comportamentali e, all’interno di una relazione non giudicante,  impara ad accettare sé stesso e gli altri acquisendo strumenti concreti per rafforzare la propria autostima e il proprio benessere. 

“Il vero viaggio di scoperta non è vedere nuovi mondi ma cambiare occhi.” (M. Proust)

Psicoterapia, dal greco “psichè” (anima, soffio vitale) e “therapeia” (cura), significa “prendersi cura dell’anima”. Mi piace riproporre l’etimologia del termine perché penso che la psicoterapia non sia solo un percorso destinato a chi sta male ma che sia molto di più.

“La psicoterapia è un viaggio dell’anima per le persone che vogliono conoscersi di più e prendersi cura di sé”

La persona che cerca aiuto nella psicoterapia si da la possibilità di scegliere un modo di vivere più soddisfacente per sé e di cambiare qualche aspetto della propria vita, con cui ha convissuto sinora ma che adesso, per qualche motivo, non vuole più.

Molti degli schemi di vita attuali hanno origine nell’infanzia; li e allora le persone hanno scelto alcune strategie per ottenere ciò che volevano dal mondo circostante. Più tardi, nel corso della vita adulta, queste modalità comportamentali possono risultare strette come un vestito, scelto da bambini, non più attuale per la vita adulta. La Psicoterapia aiuta le persone a riscoprire le motivazioni e le origini di questi schemi ripetitivi e a scegliere delle modalità di comportarsi, pensare e sentire che permettano di riappropriarsi della propria libertà, spontaneità e auto realizzazione.

“La psicoterapia ci riavvicina a quel piccolo bambino che siamo stati e che ognuno di noi porta con sé”

“Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano” (Antoine De Saint-Exupéry)